Skip to content

Blogtour #Enjoytheblue a Lampedusa

Blogtour #Enjoytheblue nella meravigliosa Lampedusa

Blogtour #enjoytheblue a Lampedusa

Come sono arrivata qui? Da Instagram al Blogtour grazie ad un contest con protagonista il mio amato mare.

Quando i miei occhi hanno visto il contest  #ilmareovunque per puro caso, sulla home di instagram, precisamente su igersitalia partner del progetto insieme a Bluewago, é come se fosse scattato qualcosa nella mia testa.

Mai mi sarei aspettata di essere catapultata in un’isola paradisiaca nel mezzo della primavera.

Era Maggio 2015,l ‘inizio di tutto…

L’inizio della mia avventura con il blog e con il racconto dei miei viaggi, della mia Sicilia.

Il Contest  incentrato su sua maestà il mare, su come viverlo, su come raccontarlo, su cosa rappresentasse per noi, ha fatto scattare qualcosa in me, così decisi di usare l’hashtag nelle mie foto di mare e di sicilia… ed eccomi qui, scelta tra migliaia di foto per fare da ambasciatrice della mia meravigliosa terra.

Non potevo di certo non condividere il mare siciliano io in un così splendido progetto!

E non immaginavo davvero di aver una possibilità tra i milioni di partecipanti… ed invece ecco la chiamata inaspettata per entrare a far parte come Instagramer di questa fantastica avventura!

Non vi dico la felicità! Cosí come avrete visto di certo sul mio Instagram le foto sono ritornate tutte blu magicamente. E che blu! Tutte le più disparate sfumature di questo angelico colore.

Ma vi chiederete perchè proprio un tour lampedusano?

Principalmente per valorizzare l’isola, che merita davvero più di ogni altra di essere raccontata, di essere protetta.

Lo scopo è mirare da oggi in poi ad un turismo responsabile, basato sul rispetto della natura, della fauna e del paesaggio. Sfatare poi i falsi miti di un luogo impraticabile associato solo, come ormai capita da tempo, ai tristi e crudeli  fenomeni migratori.

Rilanciare l’economia isolana nel modo più semplice che esiste: raccontare la realtà.

Raccontare semplicemente un incanto di isola.

È cosí che ha avuto inizio la mia avventura con Bluewago, un portale dedicato alle vacanze al mare, insomma per veri #sealovers come me, i suoi hubbers tutti davvero bravissimi, Giuseppe Mancini lampedusano doc, che ha collaborato all’evento e ci ha guidato in modo esemplare per tutta la permanenza.

Regola d’ordine del vaggio? #Enjoytheblue !
E vi assicuro che di gioia ne abbiamo vissuta  davvero tanta.
Ma lasciatevi ammaliare più dalle foto che dalle mie parole, scommetto che alla seconda avrete giá voglia di prenotare una vacanza a Lampedusa.
 Casa Teresa il dammuso

 Attraverso un percorso naturalistico perfetto per il trekking nella Riserva Naturale, siamo arrivati da Casa Teresa, un antico dammuso, a Cala Pulcino raggiungibile solo a piedi o in barca, da li poi da bravi avventurieri abbiamo attraversato le rocce a picco sul meraviglioso blu della baia e abbiamo raggiunto la famosissima Spiaggia dei Conigli, e se è considerata una delle spiagge più belle del mondo non c’è da meravigliarsi.

Cala Pulcino

Dopo un sentiero impervio ecco il paradiso all’improvviso!

Isola dei Conigli:

Questa è considerata la spiaggia più bella del mondo, come dare torto?

Il porto

Limpido e colorato, il porto di Lampedusa è unico.

 

Around the Island:

Lampedusa la devi vivere in fondo, caletta dopo caletta, strada dopo strada.

Percorrerla tutta è davvero semplice e ti regalerà emozioni uniche.

La Tabaccara

Dopo queste avventure naturalistiche che rimarrano per sempre nel mio cuore, la nostra vacanza è continuata a bordo di un catamarano partito dal porto turistico per finire  ‘alla Tabaccara, un baia tutta blu dai colori stupefacenti, soprannominata niente di meno che la ‘ Piscina di Dio ‘.

Immergersi in queste  acque è stato a dir poco magico.

Marina Diving Lampedusa ci ha dato la possibilità di fare immersione e snorkeling esplorando i meravigliosi fondali marini.

E vi consiglio vivamente di non perdervi questa esperienza.

 

Centro Recupero WWF

Naturalmente oltre il mare Lampedusa é natura, cultura, storia, e cucina divina, ecco alcuni personali consigli che non dovreste perdervi durante il vostro soggiorno nell’isola:

Visitare il Centro Recupero Tartarughe WWF è un’esperienza da non perdersi, queste creature sono a dir poco uniche.
 
Ristoranti a Lampedusa

Sulla cucina c’è molto da dire ma lascio che siano le foto a a parlare.

Sulla pagina Glam Photo Mix potrete rifarvi gli occhi, i posti che vi consiglio in assoluto sono: Il Ristorante Cavalluccio Marino, Il Camping La Roccia, lo Sbarcatoio con il suo mega aperitivo, l’agriturismo con maneggio unico nell’isola  Costa House, ed il suggestivo ristorante Mille e una Notte.

Dove dormire? El Mosaico del Sol, per un soggiorno indimenticabile.

Un grazie speciale a tutte queste strutture che oltre che ospitarci ci hanno fatto sentire davvero a casa, facendoci assaporare la vera essenza dell’isola.
Un grazie altrettanto unico a Bluewago per avermi fatto sentire parte del team, per la gioia trasmessa, per la semplicità e la passione di queste anime amanti del mare.
Sicuramente è un arriverderci a presto mia cara Lampedusa.
E noi invece ci vediamo alla prossima avventura,
da oggi in poi #Enjoytheblue sempre.
Love,
Giada.

2 comments on “Blogtour #Enjoytheblue a Lampedusa”

  1. Buongiorno , come da promessa ho visitato il tuo blog (sono il ristoratore dove ieri sera hai cenato “trattoria il saraceno ” Arezzo ) e mi sono goduto e memorizzato i tuoi consigli e commenti su Lampedusa , dato che tra due settimane andrò x una breve vacanza .
    Complimenti per foto e tutto il resto , un saluto a presto .
    Ciao Enrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *