About Me

 

Hi I'm Giada , I love photography and the story that the photos could tell us.
I define myself explorer because I love to travel and discover most places I can.

Categories
© Giada Pappalardo

Weekend in Sila: un weekend diverso dall’ordinario.

Perchè scegliere una meta lontana quando si può girare la nostra meravigliosa Italia, piena di bellezze a volte a noi sconosciute?

Quello per cui mi batto ogni giorno infatti è viaggiare il più possibile per la mia terra, iche sia la Sicilia che l’Italia in generale.

La Sila per esempio, chi di voi la conosce? Chi di voi c’è mai stato?

Negli ultimi mesi viaggio spesso in Sila e mi sono stupita di come molte persone anche del sud non conoscessero questa realtà.

Il mio consiglio quindi, è scegliere un weekend diverso da quelli passati nelle famose grandi città o per paesini di mare, è di scegliere  un weekend in Sila all’insegna della  natura e del cibo genuino.

Sono tornata  pochi giorni fa da una piccola fuga calabrese e ho trascorso il weekend pasquale in Sila, una terra che sto cominciando a conoscere ed apprezzare sempre più.

La Sila è bella in ogni stagione, che sia autunno, con i boschi ricoperti di foglie secche, che sia inverno, con distese bianche di neve e laghi ghiacciati, e che sia primavera, con gli alberi in fiore.

Non vedo l’ora di visitare questa terra in estate, ma intanto vi racconto un pò del mio ultimo viaggio in primavera.

Perchè scegliere la Sila come meta del vostro prossimo weekend trip?

Se amate la montagna, la natura e il buon cibo la Sila fa proprio al caso vostro!

Se amate perdervi tra i boschi, fare lunghe passeggiate a cavallo, e visitare vecchie fattorie, non potete non innamorarvi della Sila.

Se sognate le giornate lente, scandite dalle piccole cose, e avete bisogno di un pò di detox dalle moderne tecnologie, la Sila è la soluzione al vostro stress da routine cittadina.

Respirare aria pura tra le meraviglie della Sila sará un toccasana per chi ha bisogno di una pausa dal lavoro infatti o anche solo dalla noiosa quotidianità.

 

 

Come raggiungere la Sila:

Raggiungere la Sila è molto semplice per chi ama viaggiare in macchina come me, dalla Sicilia ( da Catania precisamente )  sono solo 4 ore circa di macchina.

Dalla regioni vicine è molto semplice ovviamente  non dovendo traghettare come dalla Sicilia.

Per i più comodisti ( o i più lontani dalla Calabria ) consiglio di scegliere  l’aereoporto più vicino  e poi affittare una macchina. Potersi spostare in macchina ( o in moto per gli appassionati) è essenziale in Sila .

 

Dove alloggiare:

Ci sono davvero tante possibilità di allloggio in Sila: dai residence, ai villaggi, ai tanti  hotel a Camigliatello e b&b o semplicemente appartamenti in affitto, insomma per tutti i gusti.

Io vi consiglio di alloggiare a Camigliatello e poi muovervi da li.

 

Cosa fare:

Non perdete l’occasione di fare una passeggiata tra i boschi dal Maneggio di Croce di Magara, un esperienza unica. 

Qui si organizzano meravigliose passeggiate a cavallo tra i boschi dei Giganti della Sila, un bosco monumentale con alberi dell’età di 350 anni alti piú di 45 metri.

Cosa vedere:

La Sila è da scoprire strada facendo, da non perdersi i tantissimi boschi da esplorare ed i paesini di montagna come Spezzano della Sila, Celico, Moccone, San Giovanni in Fiore.

I grandi e meravigliosi laghi, dove poter fare canoa o un giro in battello.

Il Lago Arvo a Lorica, il lago Cecita, ed il lago Ampollino al villaggio Palumbo, un pò più lontano da dedicarci almeno un giorno intero.

Per gli amanti della natura e del trekking vi consiglio un escursione al  Monte Botte Donato, la vista è mozzafiato!

 

Dove mangiare:

Di ristoranti davvero buoni c’è l’imbarazzo della scelta in Sila!

Per pochi giorni vi consiglio due locali diversi tra loro ma di alta qualità!

Le Sorelle Falcone a Camigliatello, tra i miei posti preferiti, dove l’ottimo cibo e la bellezza dei dettagli ti riempe sia la pancia che gli occhi e il cuore!

Bravissimo lo chef  Michael Imbrogno, giovane e di talento.

 

 

La Locomotiva, Contrada Serra Pedace, è una locomotiva d’epoca trasformata in ristorante rustico dal cibo buono e genuino,  davvero particolare e diverso dai soliti!

 

Un weekend in Sila è un weekend fuori dall’ordinaro, una terra che non ti aspetti per quanta bellezza e natura possieda, una cucina tipica fenomenale. Il calore dei calabresi è quel quid in più che fa della Sila una terra unica.

Io mi sono già innamorata della Sila, che sia autunno, inverno o primavera.
 
Se vi siete innamorati anche voi di questa terra che aspettate a partire per un weekend in Sila?

Scopri di più su instagram @exploresila e condividi le bellezza silane anche tu con #exploresila

Ci vediamo in estate in Sila!

Giada

 

Leave a comment